Dojo Pasquale Di Pinto

A.D.M

Scuola di Arti Marziali

Scuola per lo studio della cultura e delle      Arti Marziali tradizionali Giapponesi

Questo addestramento della volontà e dell'intelletto viene integrato e rafforzato da un'alimentazione semplice e parca, da lavoro fisico pratico e dal sonno strettamente necessario su un duro giaciglio.

Regna una disciplina severissima. Si richiedono puntualità, coscienziosità, autocontrollo, sopportazione del caldo e del freddo, indifferenza alle intemperie, delle differenze stagionali non si tiene conto, anzi viene data preferenza alle ore più calde e quelle più fredde.

 

Stando così le cose, è chiaro l'influsso del buddhismo Zen sulla casta Samurai, o meglio, è evidente che lo "spirito" dei Samurai  ne è stato determinato.

 

"La via dello Zen"

 

L'uomo quando sente freddo al cuore attribuisce il fenomeno a "cattivo umore", che la ragione può controllare. E nemmeno questo fa nascere in lui il sospetto che sta vivendo una vita sbagliata.

 

Il buddhismo Zen rinuncia a svegliare e non predica modelli da seguire,

non crede nella forza edificatrice della parola,

Sono discorsi che sfiorano l'orecchio ma non penetrano nel cuore.


I sacerdoti Zen ricorrono a due soli sistemi, che si corrispondono:

dare un esempio convincente;aspettare.

 

"La via dello Zen"